Prologo

 

IL LIBRO DELLA VITA

Un giorno ho visto, nella luce
aprirsi il cielo
ed avanzare il sole.

Un giorno ho visto, nella luce
fuori dal tempo
nascere e poi morire.

Un giorno ho visto, nella luce
l’Essenza che mi abita
colorarsi di gioia.

Un giorno ho visto, nella luce
primo tra i miei simili
l’aurora della vita.

Un giorno ho visto, nella luce
l’origine del tutto
l’anelito di Dio

 

Questo libro è stato scritto per tutti coloro i quali, spinti da sincera ed onesta fame e sete di verità, si ritrovano “troppo stretti” nei panni delle rispettive religioni di appartenenza. Quante volte, di fronte a tremende calamità naturali, a immani tragedie collettive, ad episodi di violenza efferati ed immondi sull’uomo e sulla natura o a vicende personali non meno tragiche e drammatiche, costoro hanno gridato a gran voce alle proprie chiese “DIO, DOVE SEI? PERCHE’ PERMETTI CHE TUTTO QUESTO ACCADA?“?  sentendosi rispondere dai propri sacerdoti che “i disegni di Dio sono imperscrutabili ed all’uomo non è dato conoscerli”.  Lo scopo di questo libro è quello di permettere all’umanità di compiere un ulteriore passo avanti nella storia della propria evoluzione spirituale, superando gli immancabili seppur labili e incerti confini che ciascuna religione erige, quando non ha risposte da dare. Crediamo infatti sia giunto il tempo per superare le religioni, divenute oggi elemento più di divisione che di unione, e per accedere alla volontà di Dio direttamente, tramite il proprio cuore.

I suoi contenuti sono la sintesi di un percorso di vita e di evoluzione spirituale che un gruppo di persone, diverse tra di loro per età, genere, cultura, estrazione sociale e visione della vita, hanno liberamente deciso di percorrere insieme, giungendo dai rispettivi sentieri esistenziali, più o meno agevoli o scoscesi, alle stesse conclusioni. Il mio contributo personale si è qui limitato a organizzare e a riportare, in un testo il più chiaro che mi è stato possibile, i contenuti che troverete qui di seguito esposti per argomenti.

Ho deciso di tacere sull’origine dei contenuti qui rivelati. Penso infatti che il conoscere chi possa avere scritto un libro sacro o dove egli abbia tratto ispirazione, non sono le ragioni più importanti che hanno portato un buon cristiano o un buon musulmano o un qualsiasi altro buon seguace di una qualsivoglia religione a farla intimamente propria. Dio usa infinite strade per parlare al cuore degli uomini: talune lineari e conseguenti, basate sull’esperienza di vita di ciascuno; altre, di natura più straordinaria, ma sempre in qualche modo comprensibili alla nostra mente; altre ancora di natura misteriosa se non sovrannaturale, che trascendono la nostra attuale conoscenza. Per questa ragione il dire che i contenuti di questo libro sono il frutto di esperienze di vita vissuta piuttosto che di ispirazione divina piuttosto che di natura medianica piuttosto che di conoscenza infusa, penso non abbia alcuna importanza; rischierebbe anzi di compromettere l’apertura di cuore di coloro che, tra di voi, sono più diffidenti a schiudersi alla verità. Basti sapere che essi sono, nella loro completezza e integrità, legittimati benedetti da Dio.

Altra ragione, non meno importante, per la quale ho optato per l’anonimato, è che voglio assolutamente e categoricamente evitare il rischio di fondare una nuova religione, che significherebbe altre divisioni e altre fonti di conflitti e di strumentalizzazioni. Per questo bastano (e avanzano) quelle che già abbiamo! Vorrei invece proporvi l’esperienza di andare oltre le religioni, e di raggiungere un traguardo evolutivo che non ha più bisogno di riti, di sacerdoti, di profeti o di dogmi in cui credere, ma solo di comunioni di intenti e di amore. Che siano dunque il vostro cuore, la vostra anima ed in ultima analisi il Dio che è in ciascuno di voi a farvi riconoscere quello che leggerete come la Verità ed a gridare alla vostra coscienza di fare propri, senza riserve senza eccezioni e senza ripensamenti, i contenuti che via via apprenderete leggendo. Dio riunisce tutti gli uomini in un unico abbraccio d’Amore; le religioni, al contrario, sin dalle loro origini non hanno fatto che dividere l’unanità!

L’augurio che vi faccio è che anche voi possiate beneficiare, come ho fatto io, di quanto riportato in questo libro. Buona lettura e che Dio accompagni la vostra mente ed il vostro cuore.

L’autore